I talenti di Reja

rejaAprendo un finestra sull’Atalanta di Reja non è possibile non notare come ci siano interpreti interessanti pronti sia per una grande squadra sia per palcoscenici oltre i confini italiani. La scuola orobica ha sempre sfornato pezzi unici  per le big e Bonaventura, Zappacosta e Baselli non saranno gli ultimi campioncini che le ottime strutture della Dea hanno saputo valorizzare nel campionato italiano. Quest’anno i nerazzurri bergamaschi sono stati etichettati come “squadra ostica” e scomoda da incontrare, frutto non solo di una buona organizzazione tattica nelle due fasi, ma anche di una attenta composizione dei reparti che gli consentono una buona interpretazione nell’idea di base e un buon atteggiamento anche qualora sia previsto un cambio di modulo. Bene diamo uno sguardo più da vicino. Leggi il resto dell’articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: