Giochi di Ruolo

baricentro bassoQuando parliamo di ruoli a centrocampo parliamo sicuramente di baricentro della squadra e quindi di costruzione bassa, intermedia o alta. La ricetta del baricentro non esiste ma è interessante fare delle considerazioni sulla combinazione dei ruoli e delle sensazioni che potreste avere durante la visione della partita. Logicamente non parliamo degli interpreti che come sappiamo possono smistare le carte di qualsiasi impianto di gioco, parliamo di ruoli…. e nello screen abbiamo estrapolato un Regista Difensivo in un 442 standard che interagisce con un Regista Offensivo nella coppia di centrocampisti centrali di manaovra. Nel 442 è il tipico movimento a pendolo cioè uno arretra e l’altro avanza dando al centrocampo la possibilità di avere una maggiore offensività sulle fasce e la possibilità di attaccare verticalmente i centrocampisti centrali avversari che si dispongono orizzontalmente.I Ruoli però sono veramente compatibili, e quali differenze potremmo riscontrare nel cambio di ruolo? Ricercando un approccio diverso vorrei però fare delle considerazioni visualizzando anche questo screen:baricentro intermedio

In entrambi gli screen abbiamo l’Ala sinistra che porta palla ma possiamo ben capire quello che vorrei spiegare e cioè di come un RUOLO può influenzare negli spazi e i ruoli dei compagni. Nel primo screen possiamo vedere come il Regista Offensivo  sia diviso nell’interpretare un eventuale transizione difensiva dalla più favorevole partecipazione alla fase offensiva , infatti il Regista difensivo, prediligendo il posizionamento alla dinamicità, non è un ruolo che offre una rapida copertura a centrocampo in termini di spazio e questo crea un gap tra lui e il Regista Avanzato…. che allo stesso tempo non offrendo una copertura rapida a centrocampo sempre in termini di spazio è sottoposto mentalmente ad una scelta posizionale.

A questo punto i tempi di reazione di entrambi i RUOLI non possono che aumentare in termini di valore DECISIONALE, il gap di spazio che non viene coperto condiziona la fase offensiva del Regista Avanzato che considera la fase difensiva della transizione come prima opzione di posizionamento perdendo i tempi che gli avrebbero favorito l’inserimento. Il Regista Arretrato può allargare il suo cono di gioco decisionale grazie anche alla minor pressione dei centrocampisti avversari che devono considerare i giocatori che gli sono in appoggio.

Guardando il secondo screen possiamo osservare come le cose siano diverse in una situazione analoga ma con il Ruolo di centrocampista difensivo ad interpretare il baricentro, l’Ala sinistra porta palla ma il Regista Offensivo legge subito la profondità!! – In termini SPAZIALI il centrocampista difensivo non lascia il gap del Regista Arretrato,  aumentando il valore  DECISIONALE del Regista offensivo, infatti nonostante ci siano sempre i due avversari (cerchi arancioni) pronti in transizione,  il Regista Offensivo anticipa l’inserimento….Il centrocampista difensivo invece riduce il suo cono decisionale  sia per la maggior pressione dei centrocampisti avversari che non si preoccupano più degli appoggi sia per per la dinamicità maggiore del baricentro con i giocatori avanzati che possono preoccuparsi meno della copertura dei gap di spazio tra i Ruoli.

Se confrontiamo il movimento della punta destra e dell’esterno di destra possiamo capire cosa provoca un allungamento del tempo decisionale del regista offensivo…. infatti nel primo screen la punta e l’esterno sul lato debole hanno potuto occupare con il tempo giusto l’ampiezza dell’area di  rigore con un’azione classica che favorirebbe il cross, a livello di sensazione la fase offensiva è meno penetrante possono essere importanti anche i movimenti incontro delle punte per una buona finalizzazione che logicamente predilige il lato debole, mentre nel secondo screen l’esterno destro è sottoposto in valori DECISIONALI a valutare il gap di spazio del Regista Offensivo che si inserisce, questo perchè come abbiamo detto i registi sono Ruoli più specifici in termini di spazio dei centrocampisti. Il secondo screen grazie al Centrocampista Difensivo offre infatti una fase offensiva più profonda e adatta ad una mentalità offensiva, con verticalizzazioni e ritmi veloci, la sensazione è subito di una partita dove abbiamo forse meno occasioni per la difficoltà nel trovare il passaggio filtrante ma con una pericolosità sotto porta maggiore per qualità dell’azione con i giocatori sul lato debole deputati a migliorare la rifinitura.

Importanti sono anche le relazioni con i ruoli difensivi che sono influenzati nel loro rapporto contro gli attaccanti, infatti nel primo screen il Regista difensivo prima di alzare il baricentro allunga i tempi prediligendo un posizionamento a schermo della difesa che però lo rende facile bersaglio di una punta avversaria mobile che con marcatura anche solo a zona potrebbe interferire attaccandolo o sottoponendolo ad una pressione che lo faciliti a sbagliare. I centrali difensivi si dividono in un 2 vs 2 dinamico che sposta il confronto sul piano della concentrazione mentale, le DECISIONI in termini di uscita e posizionamento saranno molto più determinanti delle qualità atletiche individuali. Cruciale sarà il supporto difensivo del Regista nella fase di interdizione.

Il centrocampista difensivo è invece molto più difficile per dinamicità e spazio, da rintracciare per una punta avversaria i difensori centrali possono lavorare in un 2 vs 2 puro che li tiene più uniti, una coppia ben assortita può lavorare anche a zona, cercando di sfruttare al massimo il vantaggio posizionale sugli avversari. Qui lo scontro è molto spostato sulle qualità atletiche individuali se si lavora con le marcature…. dal punto di vista DECISIONALE il livello si potrebbe alzare solo se le punte fossero qualitativamente molto più forti dei difensori centrali. Potremmo discutere ancora sulla compatibilità dei ruoli complicando le cose con l’inserimento delle qualità individuali dei singoli giocatori, ma molto meglio cercare di capire a piccoli passi come realizzare tattiche sempre più oliate nei meccanismi di gioco.

Buon Gioco di Ruolo a tutti…A presto

Contromovimento nello Spazio

Venti minuti per cogliere l’attimo giusto, l’Italia contro la Croazia ha avuto questo tempo per attaccare un errore grossolano della squadra di Bilic. Quando Mandzukic in fase di transizione si trova lontano per garantire la marcatura di Pirlo spetta a Modric portare pressione sul fantasista italiano. Ed ecco l’errore Vukojevic ha due grossi problemi uno è quello di controllare lo spazio tra le linee cercando di fare filtro qualora una delle due punte italiane si proponesse in appoggio, l’altro è coprire le spalle alla posizione altissima di Srna che attacca costantemente sopra la linea del centrocampo. Vukojevic ha evidenti problemi a coprire il corridoio che si apre dietro Modric e si trova spesso in ritardo sugli inserimenti. Il contromovimento nello spazio di Thiago Motta fatto con i tempi giusti è una Spada di Damocle che trafigge la Croazia, che permetterebbe trame di gioco più semplici e garantirebbe l’attacco alla profondità che chiede Prandelli. La condizione mentale della squadra però sfrutta pochissimo questo schema preferendo il possesso palla delle punte . Il Mister non potrà non considerare che i due interni di centrocampo abbiano contribuito poco alla fase offensiva (Marchisio un pò meglio), le palle lunghe sulle punte dietro i terzini croati che si alzavano possono essere una soluzione di ribaltamento ma non uno stile di gioco, la superiorità numerica del centrocampo a 5 và sicuramente sfruttata meglio….A presto

Una Finale di Personalita’ screen 2

Heynckes ha uno scopo ben preciso sà di avere messo in campo i migliori undici che poteva schierare ed è consapevole che non potrà affrontare la decisione di un cambio se non dopo aver assicurato il risultato. Ha preparato bene la partita e forse contro il Dortmund doveva perfezionare e provare lo schema previsto per la finale. Muller gli fornisce un assist perfetto con le sue qualità di stare tra le linee per integrare la duttilità di Robben e Ribery a interscambiarsi nei ruoli. Dato che Muller nello scambio con Ribery interpreta molto il ruolo della seconda punta lo spazio davanti alla difesa inizia a diventare terreno fertile di occasioni da gol. Le indicazioni di Heynckes sono chiare nel riquadro… non vuole una posizione intermedia da parte di Ribery ma gli richiede un taglio profondo a incrociare Muller in grado di alterare la superiorità numerica al centro. La fase difensiva del Chelsea inizia a traballare e ha bisogno di 20 minuti per riorganizzarsi e iniziare a tamponare. Bosingua è il giocatore che si innervosisce di più nel cercare di intercettare il francese e prima che gli arrivino le indicazioni decide di risolvere i problemi degli inserimenti a modo suo, rifilando proprio a Ribery una stecca gratuita prima del suo taglio. Il Bayern sembra nettamente in vantaggio…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: