Arjen Robben – Catalizzatore Offensivo

robben bayern monaco blog

Si avvicina la finale di Champions League e tutti siamo curiosi di capire come due squadre che si conoscono alla perfezione cercheranno di sorprendersi a vicenda. Cruciali saranno i semispazi di centrocampo e le interpretazioni dei trequartisti da ambo le parti…tatticamente però il Bayern sembra più preparato a mantenere i nervi saldi a centrocampo, Robben e Ribery (il francese di più) sono in grado di fare la guardia in fascia per un coperto 4 4 1 1 mentre Muller è duttile ad integrarsi tra Schweinsteiger e Martinez per creare un 4 3 3  che si trasformi per l’avversario in un temibile 4 2 4. Nell’immaginario collettivo la pericolosità del Bayern è identificata nel trio di trequartisti davanti alla punta ma spesso lo show delle discese palle al piede delle ali non danno la possibilità di leggere bene la situazione tattica creata. Robben ad esempio è un forte catalizzatore di pericoli in fase offensiva ed Heynckes lo utilizza per scopi utili anche per la squadra….ad esempio chi se fosse nelle veci di un allenatore non si arrabbierebbe vedendolo intestardirsi nei dribling impossibili o nei tiri da ogni angolazione quando è evidente che un semplice passaggio smarcherebbe uno dei suoi compagni che avrebbe sicuramente un’occasione più nitida rispetto alla sua…. La realtà è che il Bayern ha bisogno di lui non solo perchè la sua grande qualità sotto porta ha risolto spesso partite difficili con i suoi tocchi rapidi prima di vedere la porta e i suoi tiri che spiazzano il portiere, ma anche perchè il Bayern ha bisogno della sua grande personalità per il movimento dei due mediani che cadono sempre arretrati a supportare il controllo del basso centrocampo a 4 in collaborazione con Dante e Boateng, e più si abbassa il baricentro più il Bayern ha bisogno di Robben per risalire. Mediamente infatti Robben fà 20 accellerazioni a partita ma si limita a 2 dribling a partita e a 1.8 passaggi chiave a partita e 5 assist, ben lontano dal suo antagonista Ribery che chiude a 4.5 dribling a partita e 3.5 passaggi chiave a partita e 14 assist. Dati che confermano come per Heynckes… Robben sia molto funzionale al centrocampo per il suo lavoro nell’aprire i semispazi e dare ai centrocampisti e ai terzini una transizione che gli permetta con i tempi giusti l’occupazione territoriale corretta. Tutto questo integrato con una fase offensiva che lo possa sempre mantenere molto vicino alla porta perchè i suoi gol sono sempre da rivedere 10 volte per esecuzione tecnica e balistica.robben bayern monaco blog2

Nel gol contro l’Eintrakt  Frankfurt Robben catalizza la fase offensiva ma si vede bene come i semispazi della diagonale corta difensiva a centrocampo siano liberi per il reparto arretrato. Proprio sul semispazio creato da Robben avviene lo scambio Mandzukic Schweinsteiger  che potrà attaccare da lontano i due difensori centrali in mezzo all’area. Il suo diretto marcatore a centrocampo legge il contromovimento di Mandzukic mantenendo la posizione e  per i due centrocampisti del Bayern si aprono gli inserimenti, uno schema molto difficile da coprire se calcoliamo che Robben nello stesso momento finta si accentra ti punta e cerca la porta come uno squalo che sente l’odore del gol. Lahm ha…. sempre grazie a Robben…. una libera interpretazione del cross che può arrivare sia dalla trequarti sia dal fondo calcolando sempre efficacemente quanto la difesa si schiacci in area, il suo arrivo a rimorchio è un classico del Bayern ma tatticamente al suo arrivo il danno è stato già fatto, perchè comunque lui è la fase finale e il giocatore di rifinitura in fascia di uno schema offensivo di Heynckes. Nel flusso di gioco possiamo capire che Schweinsteiger è insieme a Lahm il regista arretrato del Bayern con Bastian che essendo il fulcro dell’uscita palla al piede della difesa bavarese ha bisogno delle diagonali di gioco dei trequartisti per dare ampiezza e sviluppo territoriale al reparto di centrocampo.

La collaborazione Schweinsteiger Robben infatti è sempre finalizzata ad aprire i semispazi a centrocampo sopratutto quando come in questo caso  manchi l’altro perno offensivo Ribery, evitando sistematicamente le palle filtranti verso Gomez.  Lahm ha grande creatività sia di movimento che di passaggi perchè può sempre usufruire del semispazio creato da Robben davanti a lui, portando sempre grande contributo dal basso centrocampo fino alla trequartilahmPrendendo in considerazione la partita contro il Borussia M’Gladback possiamo vedere come nonostante l’interpretazione diversa di Robben i principi tattici siano identici. Contro il Frankfurt la posizione molto più centrale aveva caratterizzato le sue accellerazioni a creare spazio per Lahm che aveva potuto attaccare la fascia in modo continuativo robben bayern monaco blog4contro il M’Gladback Robben assume una posizione molto più da Ala pura cercando sempre con le sue accellerazioni di allargare il suo diretto marcatore portandolo sulla fascia. Con questa interpretazione il Bayern si conforma in un 4 2 4 ma sempre con il principio fondamentale che il Bayern possa avere uno sfogo di flusso di gioco in fascia che gli permetta gli adattamenti a centrocampo questo dà alla formazione tedesca una marcia in più grazie alle caratteristiche tecniche di Robben e Ribery…robben bayern monaco blog3il goal di J.Martinez nello screen ci fà vedere come la posizione aperta di Robben abbia dato con una concatenazione di movimenti la possibilità di attaccare in collaborazione con Muller la difesa avversaria. Muller infatti ha avuto la possibilità di giocare come seconda punta pura (vedi posizioni medie) attaccando frontalmente i due difensori centrali avversari partendo da una posizione in cui è difficile portare una marcatura aggressiva. Il vantaggio di potersi posizionare nel semispazio creato da Robben porta la squadra avversaria ad allentare le posizioni a centrocampo con la possibilità per i centrocampisti bavaresi di integrarsi centralmente con i movimenti della prima punta, questo ha contribuito a formare un 4 2 4 che mettesse sotto scacco i due difensori centrali del M’Gladback che su difesa alta si fanno prendere dietro le spallemullerDai flussi di gioco i due Registi del Bayern cambiano decisamente gioco occupandosi di una fascia ciascuno, il centrocampo gestito da Bastian non è più la principale fonte per Robben che parte largo accentrandosi con le accellerazioni ma è molto più sbilanciato verso Ribery che ha caratteristiche a cadere a centrocampo molto più facilmente di Robben, in alternativa Lahm si occupa della fascia opposta concentrando molto più i suoi passaggi e limitando la sua creatività ai passaggi verticali in profondità mantenendo comunque il principio che con palla ai trequartisti il Bayern occupa territorialmente il centrocampo. Non è un caso che proprio qui nel post  Conte – Attacco al Possesso si possa vedere come la Juventus nel primo tempo della partita di ritorno abbia cercato di bloccare i due punti di sfogo del Bayern (Schweinsteiger e Robben) lasciando a Lahm la prima palla su Mandzukic su cui Conte aveva previsto l’aggressione. Concludendo possiamo dire che molta dell’offensività del Bayern dipende dallo sfruttamento delle zone aperte dalle tracce di Arjen Robben e quindi conseguentemente dalla prestazione dello stesso, in ogni caso adesso è facile capire come Heynckes faccia davvero fatica ad arretrarlo in una posizione difensiva rispetto al compagno Ribery che raggiunge posizioni da centrocampista aggiunto…. un giocatore di questo calibro in una giornata incontenibile infatti potrebbe  vincere da solo la Champions League e  in caso fosse necessario difendersi…. meglio toglierlo dal campo piuttosto che vederlo fare il terzino. A presto

Una Finale di Personalita’ screen 4

La fascia destra è completamente terra del Bayern Muller e Robben collezioneranno da soli la metà dei tiri che Il Bayern effettuerà con tutta la squadra oscurando completamente Gomez che contribuisce in maniera passiva ad aprire gli spazi. Infatti incrociando con Robben, Muller si trova più a suo agio ricoprendo il ruolo di esterno offensivo di fascia perchè ha spazio per la progressione e tempo per ragionare, e nel riquadro bianco possiamo vedere come lo schema parte subito quando il Bayern rientra in possesso palla. Il Chelsea si apre ulteriormente e l’idea di triplicare sulla fascia salta completamente e si trasforma in una sorta di fase tappabuchi, infatti solo la scarsa precisione in fase di rifinitura e in fase realizzativa lo salva da un risultato penalizzante nel primo tempo. Asley Cole teme Muller sulla progressione e allunga la marcatura alimentando pesantemente il ritardo di copertura di Lampard che in questa occassione chiede visivamente aiuto a Mikel che però non ha il passo giusto. Il Chelsea non riesce a coprire l’ampiezza e Lahm non si lascia scappare la debolezza del Chelsea.

Il coraggio di osare

Nell’applicare il nostro schema dobbiamo sempre tener presente cosa guadagneremo e cosa lasceremo agli avversari. In questo screen applichiamo l’idea del cono-filtro (schweinsteiger-kross-ribery) verso le giocate in verticale sul trequartista avversario(kagawa). La posizione interna di Ribery è chiaramente un’interpretazione molto offensiva dello schema, il pressing particolarmente aggressivo è finalizzato a portare all’errore il difensore centrale(Subotic), spostando il gioco degli avversari verso il lato meno offensivo del Dortmund (fascia sinistra). Ma le attenzioni da apportare devono essere maggiori, il coraggio tattico di chiudere la fascia con il terzino (Alaba) dandogli i compiti di seguire a corta distanza l’esterno KUBA dovrebbe far ripartire l’azione degli avversari più lentamente, ma lasciare il fianco libero al 2 vs 1 profondo e avere la presunzione che ALABA possa attaccare alto reggendo lo scontro fisico con Kuba e Pisczez, è un atteggiamento rischioso per garantire a Ribery la possibilità di mantenere una posizione alle spalle della difesa. Sul campo infatti vengono lasciati spazi adatti agli inserimenti senza palla e alle verticalizzaioni su palla lunga che rendono la fascia terreno fertile per scambi e cross con notevoli ritardi di copertura. L’altra uscita (Kehl) dovrebbe portare il Dortmund ad attaccare sul lato meno offensivo che lo porterebbe ad un’azione meno profonda fatta da giocatori meno adatti alla fase offensiva , ma anche qui il campo lasciato in uscita a Kehl è troppo e questo favorisce gli inserimenti di Kuba e Kagawa sul lato debole, cioè la fascia dove Alaba subisce il 2 vs 1. Quindi una tattica decisamente offensiva e troppo rischiosa quando il Dortmund esce in velocità che dovrebbe prevedere più copertura, tipo quella del centrale difensivo Badstuber che dovrebbe pressare alto qualora Alaba fosse saltato e la marcatura a uomo a tutto campo di Boateng sulla punta Lewandoski che potrebbe aggirarsi troppo spesso sulla fascia scoperta. Centralmente invece una posizione intermedia più difensiva da parte di Robben o Gomez su Kehl non lascerebbe allo stesso campo aperto quando esce palla al piede garantendo un maggior controllo del centrocampo. In ogni caso è il bello del calcio avere il coraggio di osare. Nel prossimo post vi daremo una soluzione più equilibrata. A presto

Borussia Dortmund-Bayern Monaco 5 – 2 screen 4

     Il Bayern Monaco quando cambia fascia si trova una situazione completamente diversa, le qualità di Robben permettono di ricevere palla molto profonda, sfruttare il taglio nell’uno contro uno o tenere palla in attesa di LAHM. L’arsenale tattico su questa fascia è pericolosissimo ma Kloop ha già preparato le contromisure. Grobkreutz ripiega profondamente con compiti difensivi per supportare la diagonale che evita a Robben di tagliare in più deve cercare di assorbire le scorribande di  LAHM ogni qual volta accorra a  cercare di creare superiorità numerica. Chiaramente l’intervento dell’interno di centrocampo su questa fascia è fondamentale quindi KAGAWA  deve rintracciare Schweinsteiger cercando di togliere un appoggio e costringendo Robben a perdere palla per poter ripartire in contropiede. Nonostante l’accurata attenzione tattica l’ 1 a 1 parte proprio da una transizione veloce ROBBEN-SCHWEINSTEIGER-GOMEZ sintomo comunque di quanto sia difficile tenere questi giocatori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: