Una Finale di Personalita’ screen 7

     I dati del possesso palla e delle occasioni confermano quello che lo screen rappresenta. Il Bayern ha la supremazia territoriale, Tymoshchuk e Boateng accorciano costantemente lo spazio con Kroos e Schweinsteiger, che rimangono piatti il più possibile per non concedere spazio al Chelsea. Le ripartenze del Chelsea confermano però quello che avevamo già detto, sono prevedibili, Mata infatti cerca di ricevere palla sulla fascia per rientrare sul piede forte e aprire le giocate sul lato debole dove Drogba continua a transitare (zona LAHM) ma i tempi si allungano troppo e il Bayern accorciandosi riesce a mettere in atto un’aggressione sul portatore di palla perfetta (il Bayern ha 10 giocatori in 45 metri!!). Kalou inizia ad aggredire il punto debole della fase difensiva del Bayern ma in quella porzione di campo servirebbero le qualità di un vero trequartista le sue imbucate non permettono di superare al Chelsea la fase aggressiva del Bayern a centrocampo. Forse come abbiamo già detto nel primo tempo Lampard avrebbe contribuito di più nel ruolo di Regista Difensivo tagliando leggermente nella zona di Schweinsteiger, il tedesco infatti si abbassa spesso su Drogba e la presenza di Lampard l’avrebbe messo tra due fuochi e sarebbe sicuramente diventato un punto di appoggio per lo scarico a centrocampo. A presto per le soluzioni del secondo tempo.

Una Finale di Personalita’ screen 6

Quando il Chelsea esce dalla morsa del Bayern mostra subito le lacune del contropiede che manca di punti di riferimento. Uno dei punti deboli della fase difensiva del Bayern è che Kross e Schweinsteiger rimangono spesso piatti  e la coppia dei centrali deve sempre stare attenta a salire per non lasciare troppo spazio tra le linee. Drogba potrebbe spostare gli equilibri della difesa dato che su di lui è prevista una marcatura 2+1 (raddoppio+copertura) e cerca di transitare sul lato debole per attirare su di sè la linea difensiva, ma Mata e Kalou non riescono a coordinarsi. Mata non riesce a stare tra le linee e invece di attaccare e difendere in verticale spesso fa porzioni di campo troppo larghe che lo portano in ritardo in entrambe le fasi. Kalou invece sulla fascia si fa raddoppiare facilmente e fa fatica ad entrare in partita. Nello screen si vede bene come sia profondo il movimento in verticale di Lampard che, come già abbiamo detto condiziona la fase difensiva in maniera penalizzante. Di sicuro era preferibile che Lampard si posizionasse sotto palla seguendo Schweinsteiger in anticipo, (è lui che scende e intercetta Drogba sulla trequarti) con una traccia sul campo che dalla sua posizione iniziale nella mediana tagliasse verso il centro, lasciando Mata più libertà nell’attaccare gli spazi centrali. Una delle diferenze tra le due squadre è che il Bayern amplifica la sua fase offensiva spostando più giocatori possibili sul lato forte cercando densità e fraseggio mentre il Chelsea si affida molto alla fisicità di Drogba nelle sponde mostrando poca varietà di movimenti offensivi, sopratutto nei tagli. L’azione nel riquadro, unica degna di nota, fa vedere perfettamente come la sponda di Drogba è sfruttata da Lampard che si inserisce proprio tra Kross e Schweinsteiger, l’appoggio verso Kalou è semplice perchè l’attaccante si fà trovare più interno, forse questa è stata l’unica azione dove il Chelsea ha dimostrato di poter essere pericoloso in contropiede nel momento in cui riesce a tenere le giuste distanze.

Borussia Dortmund-Bayern Monaco 5 – 2 screen 6

     Il Bayern non ci stà e mette in pratica il suo ottimo gioco offensivo in grado anche di reggere l’ottimo contropiede del Borussia  ma purtroppo non aveva fatto i conti con la scelta iniziale dellla posizione interna mantenuta da RIBERY…BOATENG si prende a uomo fisso LEWANDOSKI e mentre BADSTUBER  si incarica di impostare il gioco, ALABA attacca la profondità per schiacciare KUBA e garantire campo a Badstuber. Il BORUSSIA che su l’ 1 a 1 aveva pagato la disattenzione avuta sulla fascia destra si posiziona principalmente per evitare la giocata sull’asse ROBBEN-LAHM                                                                                                                                                                                                                      Sul recupero palla RIBERY si trova nella posizione intermedia di partenza e PISZCZEK sfrutta il tema che ha dato la vittoria al Borussia Dortmund cioè la facilità di uscire rapidamente dalla linea difensiva. Uno dei meriti di Kloop è stato quello di credere che la giocata in verticale da parte del terzino avrebbe dato maggiori risultati dal portare palla. ALABA infatti è un avversario scomodo sul piano fisico e PISZCZEK avrebbe rischiato tantissimo. In questo modo invece la difesa è scavalcata, BOATENG  si scontra con LEWANDOSKI e KAGAWA  attacca gli spazi di una difesa che lascia campo dietro di sè. La partita a nostro parere finisce qui, certo nel secondo tempo la  partita diventa più combattuta ma Klopp non si lascia sfuggire il trofeo. Il vantaggio del primo tempo è riuscito a gestirlo da grande allenatore quale è!! . A presto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: