Allegri 433MrA : il confronto

massimiliano-allegri

Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Allegri 433MrA – La zona centrale

massimiliano-allegriDopo il primo flash post sul 433 MrA  andiamo avanti con le nostre considerazioni affrontando da vicino alcune delle novità e delle difficoltà che la nuova Juventus stà incontrando, alla ricerca di una nuova identità.. e forse alla ricerca anche di una nuova sfida….

Leggi il resto dell’articolo

Mandorlini: 532

Mandorlini_Andrea-300x194Nella doppia sfida ravvicinata contro la Juventus, il Verona ha pagato un caro prezzo…. ben lontano dal picco di gloria ottenuto nella precedente stagione quando il gioco scaligero era temibile e Iturbe, Jorginho, Romùlo e Gomèz erano terminali offensivi di un Luca Toni che nonostante i 20 goal realizzati si trasformava spesso in assist man per i compagni. La stagione 2013/14 ha permesso di schierare ad Andrea Mandorlini un vero 433 con un centrocampo dinamico, di qualità che accorciava i reparti per un pressing alto e permetteva alla squadra di essere pericolosissima nelle sfruttare le transizioni e il contropiede quando arretrava adescando gli avversari……. Leggi il resto dell’articolo

Stefano Pioli: 433 stretto

Stefano Pioli  S.S. LazioQuesta nuova Lazio non ci stà a mollare l’Europa… dopo Juventus e Roma i biancocelesti hanno presentato un gioco fluido e vincente che gli ha permesso di mettersi in corsia di sorpasso anche sul Napoli che rimane comunque il primo pretendente al terzo posto. La cosa certa di quest’anno è che le squadre in vetta alla classifica hanno fatto del tridente la caratteristica principale dei loro impianti, tra chi insegue infatti c’è chi si stà attrezzando (vedi Inter e Milan) chi è rimasto sfortunamente spiazzato (Fiorentina) e chi lotterà con le proprie armi a disposizione (Genoa & Co). Stefano Pioli ha plasmato la Lazio ai suoi dogmi…. andando incontro a scelte di interpreti difficili, ma lasciando parlare i risultati.Guardiamo la nostra analisi dove non mancheranno gli spunti tattici per gli amanti di Fm2015: Leggi il resto dell’articolo

La Palla di Sponda

palla di sponda blog 4L’Attaccante ha lasciato da molto tempo il Ruolo di solo terminale offensivo negli impianti di gioco a discapito di una visione molto più dinamica in fase di costruzione e più al servizio della squadra. Da qui il bisogno di possedere qualità diverse dalla cattiveria sotto porta che possano garantire qualità in zone meno consone al ruolo di Punta pura.palla di sponda blogLa Palla di Sponda è una soluzione ben conosciuto dagli Allenatori che negli impianti ad un Punta non possono escludere, ma la prima analisi da fare è quella di conoscere il trattamento che gli avversari hanno previsto in fase difensiva e sopratutto nelle due altezze fondamentali di gioco e cioè sulla Mediana e Basso Centrocampo. Nello screen possiamo vedere che la difesa sia la prima a pressare riducendo spazio di ricezione della punta con i centrocampisti che marcano a uomo nella propria zona, dando al possesore di palla poche soluzioni di apertura di gioco.palla di sponda blog1Il passo decisivo è quello di saper analizzare bene il risultato della palla di sponda nella fase offensiva di chi adotta lo schema e un punto focale è il primo controllo dell’Attaccante che potrebbe deludere le aspettative dell’Allenatore di FM. L’Attaccante di personalità ha due caratteristiche ben marcate che sono: l’abilità di fare molto bene una singola azione anche sotto pressione o l’abilità ad offrire più soluzioni in base alla pressione avversaria. Quindi molto importante è capire quanto gli avversari siano in grado di mettere pressione al nostro attaccante e successivamente analizzare quale abilità il nostro attaccante possa offrire alla squadra. Certamente anche prendere fallo potrebbe essere un’idea per far salire la squadra ma nel caso sia evidente che la punta perda palla per l’abilità avversaria….. l’opzione di rivedere se sia corretta un’ entrata in area con palla di sponda è d’obbligo.palla di sponda blog2Ultima analisi ma non meno importante è il risultato ottenuto che ci chiarisce l’organizzazione tattica difensiva, gli eventuali corridoi che si possono aprire e le opportune modifiche che servano per penetrare nella difesa avversaria. Anche se il primo impatto possa essere quello di guadagnare campo la Palla di Sponda può riservare il risvolto della medaglia se non è supportata dalle qualità degli interpreti. A presto….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: