Luis Enrique – Barcelona new look


luis enrique

La Finale di Champions League non manca mai di sorprendere chi ne segue l’evolversi durante tutta la stagione calcistica … gironi, sorteggi, partite andata e ritorno, trasferte in campi non sempre perfetti, condizioni climatiche più o meno favorevoli e stadi con tifoserie spesso ostili, senza parlare dei problemi ordinari delle rose di chi affronta la manifestazione…Passare i turni è davvero un’impresa non c’è solo fortuna nè solo bravura, la Champions è un mix, è un cocktail di Management societario, organizzazione, pianificazione, obbiettivi, squadra e mentalità……. quindi non c’è dubbio

chi arriva in Finale è da Finale.

Diamo allora uno sguardo più da vicino agli avversari della Juventus….

Facciamo una premessa e partiamo da un numero importante…. il Barcellona ha mantenuto in questa stagione un altissimo volume di gioco positivo (69,8% di possesso) all’ 88,2% di precisione aumentando i passaggi chiave verso gli attaccanti  di quasi il 25% !!!! – da (8.05) a (9.97) a partita avvicinandosi agli eterni rivali del Real Madrid che quest’anno si è posizionato a 11.82 /partita. Un dato temibile perchè entrambe le spagnole hanno quasi 3 gol a partita ma il Barça con meno tiri (16.45 contro 18.05) ha un’accuratezza migliore rispetto ai rivali ( 54% contro 51%). In parole povere in questo momento neanche i blancòs possono reggere il confronto…

Barcelona1Anche se l’impianto base è il 433 nella partita di andata contro il Bayern si è visto bene dal primo minuto una caratteristica principale voluta da Luis Enrique…. La squadra ha un fronte offensivo stabile che attacca direttamente il giropalla avversario fino al portiere e un blocco difensivo centrale 3+2 che porta un centrale nella posizione dominante di una difesa a tre…. riducendo ancora di più il concetto possiamo dire che il Barcellona di Luis Enrique parte dal concetto di avere le due linee di confine della squadra con base 3Barcelona5 e che quindi nel mediogioco grazie all’adattamento del centrocampo a quattro riesce ad avere una circolazione di palla avanti/dietro e in ampiezza Barcelona7giocando più semplice.

Nello screen a sinistra è evidente proprio come tutto il reparto collabori al volume di gioco ma con una qualità sorprendente… il Barça in totale è all’88,2% di passaggi completati mentre tutto il reparto di smistamento centrale è sopra il 90%!!! Busquets è spesso la base del centrocampo e gioca molti più palloni in avanti che arretrati…. mentre Rakitic che è spesso il vertice alto vicino all’attacco divide il suo gioco anche con molti palloni arretrati, in ogni caso con altissima precisione.

Barcelona10La novità principale infatti è la flessibilità dei compiti dei ruoli collegati alla catena di Leo Messi… sia Alves che Rakitic ad esempio nella semifinale di Champions contro il Bayern, si sono mossi isolati dai propri reparti a favore dell’argentino in tutte le fasi di gioco ( possesso, non possesso e transizione), caratterizzando il proprio ruolo con una mentalità molto fluida. Non è trascurabile ad esempio che Whoscored.com ha inserito Dani Alves nella TOP 11 seasonal della LIGA come miglior esterno difensivo di fascia 2014/15.

BarcelonaQuesta stagione infatti Messi gode di una straordinaria disposizione tattica per esaltare il suo talento….perchè Suarez svolge il duplice compito di Attaccante statico sui due difensori centrali quando Leo cerca l’uno contro uno partendo dalla fascia…. e in più si adatta come centravanti a sostegno per entrambe le fasce favorendo l’argentino ma anche lo stesso Neymar sia sulle imbucate che sulle sponde…. dietro ecco la novità, che diventa determinante, dei due giocatori flessibili (Rakitic e Alves in questo caso) che gli permettono di svolgere un ruolo prettamente offensivo con la massima potenzialità e libertà e di posizionarsi in base alla situazione.

Barcelona2Barcelona3In fase di non possesso ma anche qualora Messi esca in pressing alto la flessibilità della sua catena è lampante …. il diktat è  recuperare palla o supportare la fase di possesso e avere il Pallone d’Oro pronto ad innescare la magia. Non a caso quest’anno è primo con 18 assist ( contro 11 e 12 degli anni precedenti ) grazie ad una squadra che lavora fortemente in sinergia con lui e per lui…. ma allo stesso tempo è chiaro che gli assist in più sono il risultato di un giocatore che non è più ISOLATO e trascinatore, ma bensì più supportato e rifinitore.

Chiaro che a Guardiola non poteva sfuggire un cambio di atteggiamento del genere e nel suo piano iniziale durante la prima semifinale l’attacco alla catena di Messi è un esempio da accademia del calcio:

gioco bayern in fasciagioco bayern in fascia 2

credo che questa sia l’azione più bella del Bayern nella semifinale di andata (applicata con successo solo a questo minuto perchè al 14mo il Bayern passerà alla difesa a quattro), Guardiola ha attaccato la flessibiltà della catena di Messi cercando di portare un uomo in inserimento aldilà della catena (Bernat) che difficilmente sarebbe stato seguito dal terzino del Barcellona.

Ripeto:Portare un uomo dietro le spalle della catena… questo era il piano principale nel gioco di uscita dei tedeschi che iniziavano il giropalla sul lato di Messi ( debole nel primo pressing) e dovevano creare superiorità numerica. Schweinsteiger che era già avanzato non poteva rimanere alle spalle della catena perchè Busquet lo avrebbe rintracciato con facilità, quindi la soluzione era Bernat (in posizione di esterno alto) con Lahm che abbassandosi avrebbe attirato la catena di Messi in pressing su di lui…. Tutto studiato, Neur per Lahm che innesca tre passaggi che portano Bernat solo in fascia in situazione di palla scoperta…. chapeau!!!!

Ma allo stesso tempo se non segni entro 15 minuti è una tattica suicida contro una squadra che fà nel match 9.97 verticalizzazioni che portano al tiro e con 16.54 tiri a partita segna quasi 3 gol di media.

suarez 2

pressing Suarez

suarez

pressing Suarez

suarez 1

Pressing Suarez

Quando Enrique ha inserito Suarez nel tridente….. ha trovato un frontman con caratteristiche davvero uniche di cui ne beneficiano tutti i giocatori non solo quelli in attacco ma anche i centrocampisti che arrivano in inserimento. Impossibile non notare che Messi e Neymar hanno trovato il partner ideale che ha unito i due dal punto di vista offensivo…. e se sul piano del gioco il Tiki Taka gli rimane stretto (il lato su cui ha dovuto lavorare sodo) quando c’è da fare il lavoro sporco può farlo da solo… 45.97% i contrasti vinti !!!!! potrebbe fare l’interditore, ma in realtà Suarez tormenta le difese.

Nell’analizzare il trio d’attacco molti si soffermano ai dati sui gol e gli assist che logicamente sono in vetta ad ogni classifica ma la finale Champions League si giocherà principalmente tra le strategie offensive del trio d’attacco del Barça e le soluzioni difensive e tattiche della linea juventina.

Finale di Copa del Rey contro Athletic Bilbao molte difese a quattro sono crollate su questa strategia perchè trovare la giusta contromossa è davvero difficile. Il Barça nel mediogioco attacca la linea difensiva avversaria bloccando spesso tre dei componenti principali della difesa per isolare nell’uno contro uno… Leo Messi.

Barcelona8Il Bilbao ad esempio ha provato a contrastare lo schema abbassandosi con un centrocampista sulla linea difensiva… ma è proprio con questo atteggiamento che i blaugrana sfruttano i terzini che arrivano ad impostare l’azione nella metà campo avversaria.

Barcelona6Anche lo strepitoso gol di Messi parte utilizzando questa strategia, il suo primo dribling in chiara inferiorità numerica è un esempio della sua consapevolezza che la linea difensiva è sotto pressione dei propri compagni e se il dribling riuscirà avrà comunque una buona chance di uscire dalla zona di fascia…. risultato? un gol di incredibile fattura!!!!

Barcelona9Anche la pluripremiata difesa dell’Atletico Madrid non è riuscita ad arginare l’attacco alla linea difensiva… il Cholo si è fidato della sua classica difesa a Testuggine ( la famosa formazione difensiva dei 300 di Leonida) cercando di mantenere il controllo della fase offensiva del Barça piuttosto che il recupero palla, ma concedere a Messi di ricevere palla agevolmente ha solamente contribuito a rafforzare quello che abbiamo detto all’inizio….. Rakitic e Dani Alves fanno reparto da soli insieme a Messi in tutte e tre le fasi, quindi palla scoperta per l’argentino e i loro movimenti creano sovraccarico immediato.

In tutti questi screen però si è visto bene come il Barça forzi la linea difensiva avversaria spingendo i due centrali che spesso guidano il reparto…. quindi ogni passo guadagnato in arretramento sui centrali si traduce in metri di adattamento dei terzini laterali avversari, che cedono spazio e quindi automaticamente gioco.

centrocampo 1Forse adesso è più chiaro il motivo per cui Guardiola ha scelto immediatamente la difesa a tre a uomo rischiando tantissimo negli scontri diretti ma andando a risolvere alla radice i problemi di scorrimento della linea a 4. Il suo piano era creare sul Barça una pressione a centrocampo con una linea a 4  ( 3412 per la precisione) in anticipo sul 343 dei blaugrana cercando di non permettergli un possesso palla agevole e pressandoli proprio sui punti di riferimento centrali del mediogioco (Busquets, Iniesta, Rakitic) . Tatticamente geniale come abbiamo già visto in precedenza, ma i catalani si sono abbassati e sfruttando l’irruenza tedesca hanno creato spazio dietro la linea di centrocampo del Bayern…. l’attacco catalano intelligente oltretutto si è mosso prima stretto e poi largo lasciandosi campo dietro di sè per isolarsi da Neur…. giocandosela su rapidità e tecnica pura piuttosto che su di una strategia posizionale….. Davvero impressionante la duttilità strategica!!!!

messi spazio2messi spazio

Nei movimenti centrali Messi diventa un trequartista puro e spesso la sua catena ruota collegata a lui ( lo abbiamo già detto è un vero e proprio reparto a sè) gli spazi vengono attaccati sempre con un duplice intento… il primo è quello che favorendo il gioco in ampiezza con i tre attaccanti stretti il Barça consolida il possesso e può penetrare lungo le fasce… il secondo è quello di portare profonde le ali avversarie impedendo di avere una transizione favorevole in contropiede agli avversari che possono affidarsi solo alle punte avanzate che al massimo possono essere in 2 + 1. Situazione però programmata perchè il Barça è garantito sulle ripartenze da un 3+1 in fase di non possesso con Busquets a schermo della difesa.

Barcelona4iniestaIl profondo cambiamento però lo possiamo notare nei numeri di Iniesta… ordine ed equilibrio sono stati i diktat di quest’anno. La sua posizione media non lo ha mai classificato come un Centrocampista puro ma molto di più come un Regista di smistamento.

Immagine 8La sua presenza nei tiri all’interno dell’area di rigore è crollata di quasi il 50% e mentre prima era il fulcro della distribuzione del gioco offensivo oggi è più un abile equilibratore perchè per avviare i movimenti della catena di Messi servono i tempi giusti e spesso proprio lui detta gli stessi nel mediogioco.

Chiaro invece ad esempio nello screen a destra come Luis Enrique sfrutti Rakitic che continuamente si adatta alle posizioni assunte da Messi per avere immediatamente anche un giocatore offensivo che possa concludere l’azione. L’inserimento programmato di Iniesta presupporrebbe perdere un uomo del blocco centrale 3+2… Rakitic invece è naturalmente flessibile nel concetto dell’impianto e si isola dal reparto, quindi il suo utilizzo in fase di conclusione è più naturale e non compromette la copertura.

Il Barcellona di Luis Enrique oggi è una macchina quasi perfetta e probabilmente detterà le linee guida del calcio internazionale nei prossimi anni, l’evoluzione di Tiki Taka in un calcio più veloce rapido e molto più verticale probabilmente tormenteranno i sonni di molti grandi allenatori mondiali, ma in ogni caso perdere con i top del Mondo non può non essere che un grande onore.

A presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: