Allegri: 4312 juventus


Massimiliano+Allegri+AC+Milan+v+SS+Lazio+Serie+EoiY48BdvhMlCon la Juventus ha ottenuto il suo miglior share di vittorie da allenatore ( 62,5o% ) convincendo anche i più scettici di essere stato la scelta giusta del dopo Conte, ha traghettato la società resistendo a paragoni e confronti fino alla virata finale che gli ha permesso di dare uno stile personale alla squadra  e alle nuove linee di mercato da seguire… Vediamo i suggerimenti  guida da seguire per gli amanti di Fm 2015: Immagine 1  Uno dei punti cardine della trasformazione Juve è sicuramente la possibilità di schierare un centrocampo più specifico che si adatti agli avversari con maggiore versatilità. Il centrocampo a rombo infatti fornisce diverse sfumature se gli interpreti in campo hanno qualità adeguate.

Immagine 1  Nel 4312 molta attenzione và posta sia sull’equilibrio che  i due interni di centrocampo danno nelle due fasi (la loro posizione sposta la transizione) sia sulla dinamicità dei due terzini di fascia che in questo modulo sono decisivi per creare densità sia sul fronte di attacco sia sul fronte difensivo……una particolarità della Juve di Allegri infatti è proprio l’impermeabilità del centrocampo che stringe gli spazi coprendo in ampiezza e leviga e riempe  lacune tecnico-fisiche dei tre interpreti principali a centrocampo.

Immagine 5 Immagine 4 Immagine 3

 

 

 

 

Le collaborazioni centrali sono il fulcro primario della distribuzione di gioco di questo impianto… il naturale scaglionamento del rombo a centrocampo fornisce una rapida  circolazione sia in fase di contropiede sia in fase di controllo  sulla trequarti avversaria avendo un vertice  basso che ha la possibilità di creare un gioco ragionato in uscita e in ampiezza e uno alto che può essere il punto di appoggio tra le linee per il centrocampo e l’attacco. Immagine 6Immagine 2Questa dislocazione permette ai due terzini di essere più attenti nel posizionarsi lungo la fascia gestendo con movimenti complessi tempi e altezze in base alle situazioni …. un’atteggiamento importante perchè il 4312 ( che ha catene lunghe in fascia) senza i terzini difficilmente riuscirebbe ad occupare l’area di rigore  attaccando con le combinazioni in fascia, il loro ruolo in ampiezza permette infatti al blocco centrale di essere stabile riprendendo molti concetti del gioco avvolgente del 352 in fase di possesso ….con il vantaggio che il Regista basso agisce con meno pressione e con maggiore interpretabilità del ruolo. DSC_0438

DSC_0436Immagine 16Non posizionandosi nel classico 442 in non possesso, la fase del primo pressing è molto importante…. con le punte avanzate la Juve aggredisce alta in collaborazione con l’interno di centrocampo ( Marchisio nella foto ma lo stesso Lichsteiner può aggredire alto ) e permette al trequartista di marcare e adeguare la posizione in copertura se gli avversari escono dal pressing, mentre la linea difensiva si alza e chiude gli spazi. Proprio la possibilità di avere un trequartista generoso e di corsa permette alla Juventus di essere aggressiva sulla trequarti alzando la difesa e alleggerendo i compiti difensivi del centrocampista centrale ( Pirlo), che può interpretare il ruolo di Regista puro a supporto. Una considerazione importante perchè il trio di centrocampo si configura come un reparto più collegato e più corto che si muove tipo la terna centrale del 4321 o meglio noto Albero di Natale.

Immagine 8 Immagine 1Questa prima analisi ci conduce ai due difensori centrali che rimangono alti ma isolati, a loro il compito di tenere la prima punta dividendosi i compiti di aggredire e coprire presidiando la zona centrale…. una cosiderazione corretta se pensiamo che il calcio attuale ha svoltato verso moduli che presentano una prima punta o comunque una punta e una seconda punta in linea per avere meno punti di riferimento con centrocampisti di inserimento. Questo ad esempio è anche un punto di mercato da parte della Juventus che non ha più bisogno di un centrale difensivo che imposta che giochi a coprire ma bensì di un difensore centrale completo che abbia piedi buoni ma che possa  presidiare la zona centrale con autorità…Immagine 12   Chiellini è spesso l’uomo che normalmente esce dalla linea mentre Bonucci copre….. il terzino accanto a lui ha spesso un atteggiamento più accorto nel rientrare a coprire ma nonostante tutto non è mai poco propositivo in fase offensiva. Immagine 10 DSC_0437In fase di possesso infatti la Juve sfrutta le naturali doti da trequartista di Tevez non solo per creare spazi ma anche per esaltare i movimenti preferiti dei compagni. Per certi versi infatti in fase di possesso il 4312 ha qualcosa di geniale, con Vidal che lascia la posizione per fare il movimento che lo porta ad attaccare il secondo palo come faceva con Conte, lasciando il movimento a mezzaluna di Tevez che rientra sul piede forte palla al piede, intanto la sovrapposizione di Pogbà attacca la verticale e Marchisio  prepara il tiro da fuori o all’inserimento oltre la linea difensiva con Llorente pronto ad essere in area o a fare da sponda…. tutto questo mentre il direttore d’orchestra Pirlo arriva a rimorchio per sbrogliare situazioni spinose che intasino la manovra…Immagine 15Un gioco che crea sempre molte soluzioni offensive con attacchi tra le linee e in profondità ma che richiede un ritmo corretto per non intasare le opzioni di passaggio e vanificare gli inserimenti Immagine 13 Tevez e Llorente anche sulle ripartenze forniscono soluzioni diverse per le loro caratteristiche…che li contraddistinguonoImmagine 9L’Apache è dirompente palla al piede e si offre generosamente ad attaccare gli spazi in anticipo sul compagno di reparto ma fondamentalmente è preferibile mantenerlo sopra la linea di  centrocampo Immagine 7Llorente è invece più adatto anche in ruoli più profondi per fisicità soprattutto quando la squadra recupera palla bassa e deve risalire Immagine 11Allegri quest’anno insiste molto sulla partecipazione di Llorente nelle zone esterne del campo…. la sua  fisicità infatti potrebbe bastare a creare il vantaggio per affrontare il 2 vs 2 in fascia che permetterebbe l’inserimento profondo di un altro centrocampista ( marchisio ) e darebbe a Lichsteiner almeno tre opzioni di cross in area …. sul secondo palo per Pogbà, sul primo palo per Tevez e radente arretrato per Vidal e Marchisio a rimorchio. Immagine 14Ultimo appunto su Pogbà perchè nella verticale con Tevez è l’uomo che crea più problemi alle difese,  i suoi compiti rasentano quelli di un Regista avanzato,  ma è molto condizionato dai movimenti di Tevez. Trovare la posizione giusta è il compito più importante per Pogbà perchè l’attaccante argentino svaria tra le linee incontro al portatore di palla e il francese deve continuamente adeguare la posizione, che però se presa correttamente lo portano ad essere determinante nell’ultima porzione di campo davanti alla porta. Grazie mister Allegri, A presto…..

Annunci

6 Responses to Allegri: 4312 juventus

  1. Pingback: Mandorlini: 532 | fmprofessional

  2. Gabriele says:

    Ciao, articolo fantastico, ma c’è il download di questa tattica? grazie

    • Ciao Gabriele,
      mi spiace non c’è il download perchè in realtà le tattiche non hanno mai dei settaggi fissi. Postiamo l’impianto e i princìpi base con cui ognuno può cercare l’impostazione preferita e personale per FM. In ogni caso la Juve è una squadra di ottima duttilità che dovrebbe dominare con le piccole e non farsi schiacciare contro le grandi squadre. Il concetto principale è che la Juventus di Allegri sfrutta il suo background per creare un centrocampo che sia un filtro difficle da oltrepassare. La semifinale di Champions ne è stato un grande esempio….con Ronaldo, James Rodriguez e Kroos che si sono dovuti ridimensionare di fronte ad una squadra che lavora di gruppo…compatta e coesa.
      Seguici……

      S.

  3. Gabriele says:

    Va bene grazie, dal tuo commento mi pare di capire che la disposizione in campo giusta può essere quella flessibile, buona in casa e che permette di essere accorti anche fuori casa. Avevo provato una disposizione “fluida” con mentalità controllo ma è una squadra che si sbilancia troppo e a centrocampo soffre l’inferiorità numerica. Un’ultima cosa la disposizione dei 4 a centrocampo è 1-2-1 (a rombo) oppure è la 3-1?

    • Bravo,
      non tutti sono così acuti …la realtà è che la Juve alterna il rombo 3-1 e 1-3 e difficilmente lo ruota, mantenendo nel 4312 alcuni princìpi del 352 dove gli esterni sanno che attaccano verticalmente e sono supportati non ostacolati. Allegri ha messo in difficoltà molte squadre proprio con questo movimento, perchè non dà punti di riferimento nel giropalla e nelle soluzioni offensive.
      Secondo me tu hai un occhio acuto… fluida/controllo è per la Juve un’impostazione dominante e Allegri la usa spesso a scopo intimidatorio… però mai con due esterni che attaccano, la squadra deve essere richiamata con dei settaggi… Innanzi tutto gioca con un ritmo più lento (fondamentale si sbilancia ma con un giropalla equilibrato) e nella disposizione la squadra stà più alta e pressa più alta, sfrutta le fasce per la penetrazione perchè ad esempio con il rombo 1-3 spesso si crea sovraccarico naturale in fascia… l’importante è che in fase di possesso palla le impostazioni siano su Tieni palla e Porta il pallone in area.
      Ricordati una delle armi più temute dei bianconeri è proprio l’imprevedibilità di dove arriverà l’attacco, quindi attacca con tanti uomini ma non avere fretta. Complimenti!!!
      S.

  4. Pingback: Allegri: 433 MrA | fmprofessional

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: