Benitez – Compatti ma fragili

benitezParleremo di un progetto che prevede un cambio di modulo unito allo sviluppo di una squadra che esprima sempre un alto potenziale offensivo con la possibilità di ricompattarsi creando densità, ma che sorprenda i propri avversari con una varietà di soluzioni di attacco unite al controllo della palla nella trequarti avversaria….è il nuovo Napoli di Rafà Benitez. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Prego Signora…..

juve conte wallpaper” La Juve ha giocato come doveva giocare ” – Così Conte ha sintetizzato e archiviato la sfida con la Roma rimanendo schivo ed evasivo su domande tattiche con risposte tipo ” Siamo stati bravi a mantenere le posizioni e allo stesso tempo a riuscire ad essere pericolosi con i nostri esterni “….. troppo poco. La verità è che la Juventus stà diventando più forte grazie alle nuove sicurezze che Antonio Conte stà dando alla squadra…… continuando a credere in un 352 che stà diventando sempre più duttile nell’interpretazione e che forse stà inserendo negli avversari il dubbio che la Juventus non ha dei veri e propri punti di riferimento sull’atteggiamento che userà in partita. E’ l’arma delle grandi squadre, ben organizzate nelle due fasi, capaci di chiudersi in ogni parte del campo e di ripartire attaccando con più soluzioni, che possono portare al gol più elementi con movimenti il più possibile sincronizzati, grazie al gioco di squadra, grazie ad una filosofia……contro la Roma infatti  prevedeva la divisione del campo in tre settori Juve Roma schema11con presidi rigidi nelle posizioni che dovevano Juve Roma schema2alasciare liberi spazi ristretti all’interno del campo adatti a raddoppiare facilmente in fase di pressing. In fase passiva la Juve ha difficilmente concesso profondità sugli esterni rimanendo attendista sul giropalla e aggredendo  con un pressing direzionale solo il portatore di palla in fascia mentre internamente ha cercato di non lasciare aperti i canali per gli inserimenti delle mezzali o i tagli degli esterni della Roma….. ha concesso solo tre zone libere ( fig. a destra) lasciando a De Rossi un gioco di costruzione privo di creatività con davanti un muro bianconero di gomma che respingeva  al mittente il gioco offensivo del 433 romanista. Leggi il resto dell’articolo

La prima mossa

Juve Roma schema1La Roma di Garcìa è ad un grande bivio stasera e forse psicologicamente è anche in svantaggio, questo perchè Conte può contare anticipatamente su un 11 iniziale più consolidato… LA PRIMA MOSSA di Garcìa stabilirà le possibilità di vittoria della squadra giallorossa, e noi utilizzando il nuovo database di fmprofessional,  avanzeremo un’ ipotesi azzardata ma coraggiosa, e cioè che la vera mossa che spiazzerebbe Conte sarebbe quella di rinunciare all’intramontabile Capitano Francesco Totti. Chiaramente un’eresia che però potrebbe avere il miglior riscontro in termini di risultato, con le opportune modifiche del caso…. la Roma infatti porterebbe a suo vantaggio nella fase iniziale la carta dell’imprevedibilità degli undici piazzati in campo con una versatilità che non darebbe punti di riferimento agli avversari. Con il nostro database abbiamo cercato di ricreare i due schemi probabili con cui entrambe le compagini cercheranno di contrastarsi Juve Roma schema2

 

La Juve ingabbierà De Rossi in Rombo che sfrutterà al massimo le caratteristiche di aggressività dell’ Apache supportato da Vidal e Pogbà…. Con questo posizionamento la Juve di Conte supera qualsiasi centrocampo schierato da Garcìa nonostante le notevoli qualità dei giallorossi. Una volta blindato il centrocampo i bianconeri sfrutterebbero le debolezze del 4 3 3 che sui mezzi spazi delle mezzali posizionerebbero i due consolidati esterni di attacco…. con Lichtsteiner che anticipa i movimenti offensivi a cercare di intimorire un Dodò che potrebbe soffrirne la troppa intraprendeza….. e  Asamoah che nella bilancia di Conte è molto probabilmente il quarto della difesa.

Come attaccare i due centrali difensivi romanisti? – Llorente è l’uomo giusto per impensierire Benatià, fisico prorompente per staccare in area il suo compito sarà di muoversi molto più ad allargare i due specialmente a sinistra…. due i motivi… rientrando una volta servito vede la porta sul piede forte e girando a sinistra apre il lato più pericoloso del fronte offensivo della Juve …. Lichsteiner Vidal e Tevez arrivano vedendo la porta, in più a sinistra potrebbe beneficiare della Tecnica gentile di Paul Pogbà che potrebbe servirlo e potrebbe essere riservito su sponda.

 

Juve Roma schemaLa Roma ha quindi bisogno di agire a viso aperto mettendo a centrocampo l’artiglieria pesante per inserire qualità sulle fasce dove deve assolutamente prendere dietro i due esterni Lichsteiner e Asamoah. Ed ecco la rinuncia al Capitano ….dolorosa ma estremamente necessaria….. Adem Ljajic per capacità di attacco allo spazio potrebbe essere l’uomo giusto che impegna a turno i due centrali Barzagli e Chiellini Juve Roma schema3… a questo punto i due bianconeri rimanenti si troverebbero a contrastare i due inserimenti centrali di Strootman e Bradley che potrebbero andare a turno lasciando il lato debole al temibilissimo Gervinho. La Juve a questo punto non riuscirebbe più a permettersi un Lichsteiner sopra la linea di centrocampo perdendo molta della sua forza sui ritmi alti della partita…. il piano del gioco si sposterebbe a questo punto su un ritmo più lento in costruzione dove la Roma riesce ad esprimersi meglio…

Con questo schieramento La Roma non rinuncerebbe alla gabbia su Pirlo posizionando Strootman e Bradley sui semispazi tra Vidal e il metodista bianconero lasciando Pogbà ad un duro scontro contro De Rossi che potrebbe essere coadiuvato da un attento posizionamento di Maicon.

La fiducia di Garcìa sui due centrali difensivi dovrebbe essere cieca perchè Castàn si dovrebbe alzare a rintracciare Tevez e Benatià si prenderebbe a uomo Llorente.

Una tattica per certi versi coraggiosa ma concludendo la nostra ipotesi sappiamo che sarà una grande partita…. che Juve è in questo momento in vantaggio e le nostre prove sono state effettuate solo per valutare con FM le possibilità tattiche che erano favorevoli per entrambi sempre tenendo a mente che il risultato sarà l’espressione dell’utilizzo migliore delle forze in campo…. A presto e buona visione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: