Giampiero Ventura – 352 TN .

352 Torino VenturaDopo il successo del 4231 RM di Mourinho ecco un’altra compagine che verrà analizzata da fmprofessional in una serie di post a puntate per spiegarne concetti e filosofia di gioco interpreti e schemi, stiamo parlando del nuovo Torino di Giampiero Ventura, metamorfosi di un allenatore che non ha mai messo in discussione il suo calcio offensivo mantenendone nel tempo i princìpi e plasmandoli alla ricerca del suo nuovo  352 TN.Torino di Ventura1Per iniziare a capire l’impianto voluto da Ventura, che presenta un 352 con meno qualità rispetto alle più attrezzate Juve, Inter e Fiorentina che possono permettersi grazie alla qualità dell’esterno e della mezzala di creare costante superiorità numerica tra il centrocampo e l’attacco, parleremo nei primi screen dell’equilibrio ricercato dal Torino nelle tre fasi grazie  alla compattezza richiesta a centrocampo nelle combinazioni mezzala/esterno. Nel Torino infatti due centrocampisti lavorano sempre in parallelo… in termini scacchistici i granata mantengono sempre il controllo delle caselle centrali con compiti diversi,  cercando in Vives il mix tra Regista e Incontrista affiancato da un altro giocatore che come lui dia geometria polmoni e soprattutto che si faccia sentire sul recupero palla. Da qui la classica disposizione di un centrocampo con un Regista arretrato  che permetta la rotazione in avanti in fase di possesso, garantita dal rientro (Vives) di un giocatore che ha un ruolo di garante della difesa a 4.Torino di Ventura8

Un aspetto molto importante che dà al modulo una connotazione prettamente difensiva con esterni che partono dalla linea arretrata o al massimo dalla mediana a supportare la fase offensiva ma che non hanno i tempi giusti per essere delle vere e proprie ali del 352, con compiti nella fase di non possesso di tornare in quella che è un vera difesa a 5 + 1Torino di Ventura6. Questo ha portato il Mister ha dover delegare ad un centrocampista SPICCATI COMPITI OFFENSIVI negli inserimenti a fare il terzo in attacco.Torino di Ventura9 Le passate esperienze nel 424 infatti  hanno portato Ventura alla considerazione che l’area di rigore debba essere presidiata da almeno due attaccanti per essere pericolosi  quindi nel settaggio di FM  gli esterni granata ( almeno uno) devono avere spazio e capacità di arrivare profondi a fare il quarto in attacco. Quindi vediamo come si configura l’impianto base del 325 TN

Torino di VenturaCome possiamo vedere nello screen piccolo in fase di non possesso il Torino si posiziona in un difensivo 5122 che nel settaggio di FM richiede un’attenzione accurata ai Ruoli e agli interpreti che formano le catene. Catene che costruiscono specialmente nelle combinazioni Difensore centrale/Esterno/Mezzala che difficilmente portano un possesso palla sopra la linea di centrocampo… per questo Ventura al movimento avanzato di un centrocampista chiede ad una punta un movimento in incontro tra le linee.  A sinistra spesso Ventura predilige uno spazio volutamente aperto proprio per le caratteristiche dei giocatori in rosa, Farneroud, D’Ambrosio, Pasquale, El Kaddouri infatti sono tutti giocatori che possono esprimersi con il massimo delle potenzialità in questa zona, mentre sul lato di Cerci l’esterno deve avere caratteristiche di alta adattabilità a centrocampo dato che il Cristiano Ronaldo granata detta i movimenti …. e chi arriva da dietro deve avere le qualità per garantire sostegno.  Ma il principìo principale è che gli esterni mantengano l’equilibrio centrocampo/difesa creando con i due piloni di centrocampo una linea a 4 che realizzi situazioni di superiorità numerica nella fasi di perdita di possesso palla.  Torino di Ventura4L’attacco infatti è gestito principalmente da tre uomini che lavorano centralmente con Immobile perno centrale che arretra tra le linee e spesso la funzione degli esterni è fondamentale per non perdere questa forza centrale, il loro ruolo di presidiare le fasce, non disperde le potenzialità offensive del Torino che frontalmente allo specchio della porta attacca con tre uomini con i tagli di Cerci i contromovimenti di Immobile e gli inserimenti del centrocampista offensivo scelto da Ventura. Quando il centrocampista si allarga infatti (screen qui sotto) l’attenzione dell’allenatore di FM è che si concretizzi il 2 contro 1 in fascia dove però la mezzala rientri subito ad attaccare l’area di rigore, sarà infatti la sovrapposizione del terzino a cercare il fondo che porterà la soluzione della palla nel mezzo Torino di Ventura5Ma l’idea principale è sempre la sicurezza di avere un centrocampo compatto con due giocatori di buona aggressività a proteggere la difesa a tre… in certi momenti di possesso palla il Torino ha fasi transitorie nel 343 che gli garantiscono un fronte d’attacco organizzato supportato nelle transizioni negative dalle coperture preventive. Purtroppo però la qualità del centrocampista che si inserisce è fonte di tanta attenzione sul fronte dei risultati portati alla squadra…. nell’organico del Torino infatti ci sono buoni giocatori che portano a termine con qualità il singolo compito impartito, ma spesso in un ruolo delicato come quello di inserirsi sul fronte d’attacco, Ventura avrebbe bisogno di un giocatore più completo e meno specifico. A presto

Annunci

Un goal da Cor…onare

Chievo Verona schemiEugenio Corini presenta agli appassionati uno schema perfettamente preparato per far saltare il pressing offensivo in un gioco speculare tra due impianti basati sul 352. L’unico gol contro il Torino fornisce ai tattici di fmprofessional spunto interessante in un’azione che parte con palla al portiere per concludersi con un goal sfruttando la disattenzione avversaria nel gestire le situazioni di posizioni intermedie.  Scopo delle prima costruzione del Chievo….è attirare il pressing su spazi appositamente creati per creare superiorità numerica a centrocampo creando una situazione di uno contro uno in fascia su lancio aperto. Una delle caratteristiche di Corini sulla prima palla è quella di tenere i due centrali esterni larghissimi e bassi fuori dallo specchio della portaChievo Verona schemiquesto permette alle 3 mezzali del 352 di muoversi incontro e in avantisulla palla di costruzione, ma lo schema proposto prevede che l’esterno laterale ( SARDO ) salga alto sopra la linea di centrocampo in anticipo sulla prima palla, la mezzala di riferimento ( Bentivoglio) si apre lateralmente a prendere il suo posto cercando di attirare il secondo pressing… da qui il Chievo si adegua in base ai movimenti avversari…. quando Vives lascia la posizione per chiudere la giocata diretta su Sardo che si era alzato… l’errore di Basha o Immobile in arretramento a coprire il Regista Rigoni, scatena una serie di decisioni errate che portano al goal…Cattura8Corini ha preparato accuratamente lo schema sapendo benissimo che Brighi pressa sempre alto con Vives che accorcia qualora venga saltato, questo crea nel centrocampo a tre situazioni in cui una mezzala del lato debole può avere campo aperto su una palla di ritorno,  ma è necessario il rientro di una punta nella zona lasciata scoperta a creare lo scaricoCattura10Chiaramente creando situazioni di due contro uno in campo aperto, la difesa del Torino ha dovuto affrontare una serie di decisioni immediate su uno schema accuratamente preparatoCattura3ben lontano dal semplice finale che prevede un cross su un’entrata a rimorchio della punta che aveva accorciato tra le linee… A presto

Offensive Creative – Koke vs Henderson

Koke vs Henderson

Un nuovo confronto per fmprofessional che illumina due talenti sotto il profilo della fase offensiva…. Entrambi per creatività stanno dando un contributo importante alle proprie squadre ma i grafici mostrano due giocatori che interpretano la fase offensiva in modo differente…. A voi…. come al solito …. il compito di giudicare ma se per Koke si è mobilitata mezza europa tra Manchester United ..Guardiola.. Milan e Roma , Henderson dal canto suo è stato inserito tra i miglior talenti mai nati dopo il 1989….A presto

FM 4-4-2 Atletico Madrid fase offensiva ZERU TITULI

4-4-2 ATLETICO FASE OFFENSIVA ZERU TITULI

FM 4-4-2 Atletico Madrid fase difensiva ZERU TITULI

4-4-2 atletico madrid fase difensiva ZERU TITULI

David Moyes – Il Centrocampista Fluidificante

MANCHESTER UNITED 3David Moyes ha ricevuto l’eredità difficile di un Manchester United al culmine delle sue potenzialità, per il tecnico scozzese si è aperto un ciclo non privo di insidie e problemi che rendono arduo il compito di centrare gli obiettivi stagionali. La perdita dei terminali offensivi (causa infortuni ) hanno portato Moyes a creare schemi offensivi per il reparto arretrato che contro squadre ben organizzate in fase difensiva hanno portato lo United a segnare con difficoltà….

MANCHESTER UNITED 10Il disegno tattico si è spostato in un definitivo 442 che però ha richiesto numerose prove nell’individuare gli interpreti giusti per garantire l’equilibrio.  Questo perchè uno dei movimenti richiesti da Moyes è  la diagonale ad aprirsi dei due centrocampisti verso le fasce mentre le catene laterali spingono in  base alle esigenze tattiche. Il questo modo le catene esterne si sono decisamente rafforzate per lo sfruttamento di una delle caratteristiche migliori del 442 e cioè il perfetto sincronismo negli scambi tra Esterno difensivo ed Esterno di centrocampo in fase di sovrapposizione, a discapito però di un lavoro di sofferenza da parte degli attaccanti.MANCHESTER UNITED Un dato preoccupante che caratterizza infatti lo United di Moyes… è sicuramente gli scarsi attacchi centrali da parte della squadra, questo perchè centralmente le punte non si possono dedicare ai movimenti offensivi….. contro il Newcastle ad esempio Van Persie si è spesso allontanato dalla linea d’attacco alla ricerca di una palla tra le linee per far salire in maniera organica la squadra, cercando di dare creatività e fantasia alla manovra sterile in fase di costruzione che era decaduta su qualche palla lunga.MANCHESTER UNITED 1

  1. Lo screen in questione ci mostra i motivi di tale gioco, la mancanza di costruzione ha costretto Moyes ad individuare delle camere di Regìa che gli permettessero una fase di impostazione più ragionata e con la possibilità di giocare su entrambe le fasce.  Ma per isolare Cleverly…. Evrà e Nanì hanno dovuto impegnare la difesa del Newcastle in zona ultraoffensiva trasformando il terzino dello United in un vero Centrocampista fluidificante….MANCHESTER UNITED 7 un concetto diverso rispetto al terzino classico di spinta perchè pur partendo dalla zona del fluidificante i compiti difensivi nel primo quarto di campo vicino all’area di rigore sono praticamente annullati ( 1.19% le giocate effettuate). Nello screen iniziale di FM abbiamo provato a ricreare una situazione che riproducesse le idee di Moyes riguardo alle aspettative di un Centrocampista fluidificante che sono due MANCHESTER UNITED 5MANCHESTER UNITED 4:

 

 

 

 

 

La prima è la conquista del fondo da cui poter avere una situazione favorevole in termini di Cross, Assist e passaggi chiave … mentre la seconda è di cercare continuamente la porta con una soluzione di tiro defilato, molto importante perchè spesso sul tiro incrociato l’attaccante sul secondo palo che non arretra è l’uomo adatto al tap in sul portiere. A presto

Hard Tackle – Allan vs Parolo

Centrocampisti incontristiDue giocatori interessanti a confronto due giocatori da mercato……. fmprofessional mette sotto la lente la fase difensiva di due ottimi centrocampisti incontristi…. Allan, irruento, che sfrutta la sua fisicità insieme all’impegno costante in partita e Parolo, concentrazione e qualità messa al servizio della squadra. A voi l’arduo giudizio, una cosa è certa, due giocatori cresciuti tantissimo sotto il profilo difensivo. A presto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: