Cogli l’Attimo


Il sogno di ogni allenatore è vincere una partita sapendo di aver trovato le mosse giuste alle sensazioni che gli provengano dal campo, ma spesso la soluzione ha diverse sfumature e non è così facile da visualizzare. Il possesso palla, la circolazione fraseggiata o il tiki taka è ormai sinonimo di bel calcio ma a volte una sana palla lunga è quella soluzione che hai sempre a portata di mano ma che ti sfugge perchè sembra di rifugiarsi in un calcio poco spettacolare.  Uno dei dogmi del calcio è Crea e Attacca lo spazio, e se lo spazio te lo creano gli altri non devi fartelo scappare, infatti lo screen mostra come la marcatura a uomo asfissiante del terzino del 532 sull’esterno del 4411 abbia una finalità ben precisa di interrompere la catena avversaria e di creare superiorità numerica sulla fascia rimanendo sempre coperti da una linea difensiva a 4 capace di coprire gli spazi controllando efficacemente l’unica punta. Una manovra orchestrata da parte del 4411 permetterebbe al 532 sempre di riordinarsi in una buona fase difensiva con il supporto del centrocampista centrale che potrebbe trasformarsi in un mediano se la squadra fosse costretta ad abbassarsi per difendersi, a meno che il gioco non si sviluppasse così velocemente che il 532 rimanesse scoperto, così anche il portiere che attacca lo spazio con palla lunga può essere decisivo anche se non ha doti di elevata precisione nei rinvii, ma deve essere supportato da interpreti particolarmente adatti ad attaccare gli spazi, forti nell’uno contro uno e molto inclini a farsi fare fallo. La bravura dell’allenatore stà nello scegliere l’uomo giusto e nel settare lo schema correttamente  poichè sulla seconda palla ha davvero molte soluzioni dal cross allo scarico fino alla conclusione l’importante è la determinazione nell’applicarlo (in questo caso con il portiere è la più immediata e rapida ma potrebbe partire anche da un difensore centrale) perchè è fondamentale che la difesa avversaria non abbia il tempo di scalare o recuperare lasciando l’uno contro uno del difensore centrale contro la punta che deve avere compiti precisi che lo devono liberare da avere esitazioni, perchè ricordate negli ultimi 16 metri non conta quello che si può….conta quello che si deve fare!!! . A presto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: