Finale FA Cup(fm2012) Chelsea-Liverpool 4 – 2


    Chiaramente è molto facile giocare senza la pressione del Wembley, ma riproducendo per quanto possibile la Fa Cup su fm2012 ci siamo accorti che comunque anche Kenny Dalglish si è dovuto piegare alla forza fisica di Didier Drogba. Nello screen abbiamo riprodotto un tipico schema di Di Matteo che richiede a Drogba di sfruttare la sua prestanza fisica per evitare che la costruzione agevole dalla difesa possa schiacciare troppo il Chelsea, costringendo Lampard e Mikel a ripartire da una posizione troppo bassa. L’idea dei due centrocampisti del Chelsea prevede Mikel come Regista difensivo di raccordo e Lampard che supporta Mata nella fase di transizione positiva (dopo aver recuperato palla). La partita la sviluppiamo cercando di creare spazi per gli inserimenti senza palla di Ramires, che è sicuramente un giocatore su cui bisogna studiare bene la marcatura se non volete che diventi il vostro incubo peggiore e sul favorire Ashley Cole a non perdere campo nello scontro con Bellamy dato che è fondamentale la sua forza propulsiva nella fase offensiva. Così Drogba esce spesso in pressing su Glen Johnson un terzino a cui non si può dare campo  dando così i compiti a Kalou di ripiegare per fare densità a centrocampo ed evitare le palle filtranti su Bellamy, questo nell’idea tattica alleggerisce Ashley Cole da una marcatura ferrea, rendendolo dinamico nella fase di supporto alla fase offensiva. E’ chiaro che il Liverpool soffre la Zona di Alta Pressione a causa delle le doti di tenere palla di Drogba che permette a Kalou di attaccare la fascia e ad Ashley Cole di salire in fase di rifinitura costringendo Bellamy a ripiegare costantemente allontanandolo dalla porta. E’ un lavoro quello di Drogba che lo tiene fuori dalla manovra qualora la ripartenza avvenga sul lato opposto ma proprio su questo lato entra prorompente Ramires che fa’ dell’accelerazione in velocità la sua arma migliore, abbinata a doti di senza palla e ad un discreto fiuto del gol. Miscelate tutto e davanti ai due mediani Mikel e Lampard posizionate un gioiellino di nome Juan Mata per dare fantasia e velocità di manovra. Il primo tempo lo assegnamo al Chelsea con un secco 3-1 e (Mata (ch), Agger (liv), Kalou (ch), Ramires (ch)) ma Drogba è fondamentale proprio nei primi due gol. Nel secondo tempo il Liverpool cerca le contromisure e riprende in mano la partita con il suo capitano Gerrard ( nel prossimo post metteremo proprio il suo gol) ma la doccia fredda la apre sempre lui Drogba che segue Glen Johnson che porta palla fino a centrocampo, poi lo lascia a Mikel che sfrutta tutte le sue doti difensive per contrastarlo, da qui parte la ripartenza, Drogba riceve palla e si trova campo aperto, il portiere Josè Reina si inginocchia a pregare che non venga proprio contro di lui,purtroppo si sbaglia e la scena è sempre la stessa……………………………..

Sicuramente un risultato meritato, Drogba non ha solo qualità tecnico-fisiche è anche una devastante arma tattica. Riesce a spostare gli equilibri delle difese, creando spazi e diventare un ariete nello stesso tempo. Impossibile lasciarlo senza marcatura e spesso anche quella potrebbe essere inutile.

Bravo Didier ma bravo anche a Di Matteo

Annunci

One Response to Finale FA Cup(fm2012) Chelsea-Liverpool 4 – 2

  1. excellent post, very informative. I ponder why the opposite specialists
    of this sector don’t realize this. You should continue your writing.
    I’m sure, you’ve a great readers’ base already!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: