e la finta ala??? ZERU TITULI

Annunci

La Difesa……. Offensiva

Quando siamo pronti per l’assedio non perdiamo mai di vista i loro attaccanti, il contropiede è sempre un’arma in mano dell’avversario. Quando gli attaccanti che rimangono sono 2 dobbiamo subito capire che ci serve il controllo della parte centrale del campo. Una soluzione è pensare idealmente ad un rettangolo e mettere un uomo con compiti diversi ad ogni angolo, accerchiando i due attaccanti. I centrali difensivi marcano a ZONA prendendo il dominio del centrocampo in ampiezza (difesa larga) ma con mentalità ultradifensiva per evitare di farsi imbucare al centro, i due centrocampisti hanno mentalità differenti e si divideranno in uno lo schermo, che accentrandosi rimane intermedio a cercare la soluzione da fuori e cercando di coprire le linee di passaggio verso le punte, l’altro il mastino,  difensivo con pressing, avrà il compito di non far ragionare e di portare esternamente l’attaccante in caso di ripartenza;  in ogni caso entrambi garantiranno una linea difensiva a 4 vicino l’area nel caso saltasse l’arroccamento a centrocampo . Qualora gli avversari sacrifichino un attaccante a scendere sotto la linea della palla in fase difensiva, posizionandoci a triangolo a centrocampo e marcando a uomo la punta, avremo la sicurezza che non sarà possibile per gli avversari un ribaltamento veloce dell’azione, favorendo con il temporeggiamento il rientro del 4 uomo per coprire l’area di rigore e il centrocampista al vertice del triangolo avrà compito d’interdizione sulle palle filtranti al centro e di direzionare un’eventuale ripartenza verso le zone laterali del campo. In atteggiamenti ultraoffensivi possiamo rischiare di più, è chiaro, ma questi piccoli accorgimenti vi faranno capire che un centrocampista che rimane non è un uomo perso, anzi, con compiti corretti  farà diventare la vostra DIFESA…..OFFENSIVA.

a ognuno i suoi Compiti (zeru tituli)

fisicità e impianto di gioco (zeru tituli)

IL MEDIANO- (ZERU TITULI)

liverpool – (zeru tituli)

IL GUASTATORE

Una squadra rigidamente disposta nel 442 riesce geometricamente a coprire meglio di qualunque altro sistema la fase di non possesso palla grazie alla compattezza e alla capacità di rimanere corti tra i reparti, formando spesso due linee solide in grado di chiudere qualsiasi giocata. Molti allenatori allora giocano la carta del Guastatore tra le linee cioè un giocatore abile tecnicamente che chiede palla, non avendo paura nè di tenerla per partire in dribling nè di provare giocate importanti tipo uno-due o palle filtranti per gli inserimenti, l’importante sarà che sia dotato di velocità decisionale e di esecuzione, perchè da solo dovrà aprire il varco per i compagni. Gli spazi ristretti uniti all’aggressione avversaria deve farci riflettere che servirà un giocatore che punti subito alla profondità, la sua posizione dovrà essere appena sotto la linea di centrocampo avversaria (vedi screen) questo gli permetterà di mettere la difesa avversaria in situazione di palla scoperta, con i compagni che gli offriranno le varie soluzioni offensive(attenzione se fosse schiacciato sulla linea difensiva sarebbe costretto a giocare spalle alla porta, limitando la velocità di esecuzione). Chiaramente ci sono varie soluzioni per portare un giocatore tra le linee e varie soluzioni sulla scelta del giocatore da utilizzare, ma questo screen intanto ci fa capire che spesso ci dobbiamo affidare alla fantasia del singolo per scardinare impianti di gioco ostici, senza dover stravolgere le nostre convinzioni tattiche.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: